Lezioni frontali in aula, incontri personali online, un workshop pratico e una lettura portfolio. E ancora: i segreti per realizzare un reportage fotografico e video forniti da professionisti del settore, nonché l’elaborazione di una strategia individuale per trasformare la passione per la fotografia in una professione. Non stiamo parlando del solito, classico, corso di fotogiornalismo. Il vincitore World Press Photo 2021 Antonio Faccilongo e la redazione di InsideOver sono infatti lieti di presentare la Masterclass di foto e videogiornalismo di InsideOver 2023.

Il programma della masterclass, 90 ore di formazione (84 ore di formazione in aula e 6 ore individuali), si articolerà lungo un percorso compreso tra il primo aprile 2023 e il 26 novembre 2023. Con gli strumenti forniti, i partecipanti potranno realizzare un reportage fotografico e video e, al termine delle lezioni, presentare le loro idee per cercare di partire per un assegnato da realizzare da soli o con Faccilongo stesso.

Del resto, è proprio per forgiare nuovi professionisti che ha aperto le porte The Newsroom Academy, la scuola figlia di un’idea nata e sviluppata all’interno della redazione di InsideOver e ilGiornale.it.

Gli strumenti per realizzare un reportage

Prima di passare in rassegna le lezioni, ricordiamo che il migliore reportage del corso sarà pubblicato su InsideOver e ilGiornale.it. Non solo: come anticipato, i partecipanti potranno proporre un loro reportage da realizzare alla fine del corso. Quello ritenuto più interessante sarà interamente finanziato. Uno dei partecipanti sarà inoltre selezionato per affiancare Antonio Faccilongo nella realizzazione di un reportage.

Gli iscritti avranno a disposizione 6 incontri one-to-one con i docenti per perfezionare il loro reportage, mentre un weekend intero sarà dedicato al lavoro sul campo, insieme a docenti che accompagneranno i partecipanti passo passo nella produzione delle foto e dei video, oltre che nell’editing dei lavori effettuati. Una giornata sarà inoltre dedicata alla lettura portfolio del reportage realizzato durante la Masterclass da parte di photoeditor e fotografi di fama internazionale. Concluso il percorso, le foto dei partecipanti saranno stampate ed esposte in una mostra.

L’orario delle lezioni è il seguente: mattino 10-13, pomeriggio 14-17. Il numero massimo di partecipanti è 20, mentre le stesse lezioni si svolgeranno presso la redazione de ilGiornale.it, in Via Gaetano Negri 4, a Milano. La modalità di partecipazione è in presenza per le lezioni in aula, online per le lezioni individuali.

SCOPRI IL PROGAMMA E GLI OSPITI DELLA MASTERCLASS

Il programma del Masterclass di foto e video giornalismo

Scendendo nei dettagli, ecco come sarà strutturato il programma. Si parte il primo aprile, con una lezione di 6 ore. Al mattino verranno presentati il corso, le sue finalità, i docenti e gli studenti. Sarà quindi offerta un’introduzione al racconto per immagini e ai linguaggi contemporanei attraverso l’analisi di riviste, quotidiani online e cartacei. Nel pomeriggio spazio al vademecum per freelance per rispondere alle seguenti domande: “Come mi relaziono ad una testata?”, “Come faccio a interpretare e anticipare le esigenze di una redazione?”, “Come propongo la storia che voglio raccontare?”. Gli ospiti della giornata saranno Laura Lesèvre, Project Manager InsideOver, e Matteo Carnieletto, responsabile editoriale InsideOver.

Domenica 2 aprile il focus verterà sulle quattro regole per individuare una storia di interesse editoriale e dal forte impatto visivo. Verranno poi analizzati lavori documentaristici di successo. Sabato 15 aprile, Daria Scolamacchia, photoeditor, coordinatrice del dipartimento di fotografia dello IED di Roma e curatrice di mostre, progetti e libri fotografici leggerà il portfolio dei partecipanti: l’ospite analizzerà cioè i lavori già realizzati dai corsisti per aiutarli a comprendere il livello da cui partono, eventuali criticità e potenzialità. Il pomeriggio la photoeditor spiegherà gli elementi necessari per costruire una narrazione coerente, partendo proprio dalla lettura dei lavori avvenuta la mattina stessa.

Domenica 16 aprile Faccilongo spiegherà come realizzare un progetto a lungo termine, oltre che come pianificare un reportage in tutte le sue fasi: dalla ricerca dei contatti, la verifica della storia, il fixer, la risoluzione di problemi fino alla produzione delle immagini. Nel pomeriggio spazio all’analisi delle storie proposte dagli studenti per il reportage da realizzare durante il corso. Ognuna di esse sarà studiata nel dettaglio da parte del docente che spiegherà gli eventuali punti di forza o debolezza.

Il linguaggio fotografico e le riprese

Si prosegue il 13 maggio con la quinta lezione. Tra i temi trattati troviamo il linguaggio fotografico, le scelte di stile e di forma, il significato interpretativo della luce e la traducibilità iconografica di una storia. Si inizierà inoltre a delineare la caratteristica indispensabile del fotografo moderno: la poliedricità, la capacità cioè di non essere esclusivamente fotografo ma di saper fare anche video e scrivere testi. Nel pomeriggio verrà spiegato come realizzare un’efficace strategia professionale, con il focus che verterà sulla pianificazione di un percorso di crescita finalizzata al raggiungimento dei propri obiettivi. Domenica 14 maggio ospite della Newsroom Academy sarà Simone Cioè, giovane videomaker, fotografo e content creator. Con lui i corsisti impareranno le tecniche base delle riprese video e strumenti indispensabili e nel pomeriggio si cimenteranno nella prova di quattro tipi di ripresa per un video reportage, sulle interviste – al chiuso e all’aperto – sul lavoro in situazioni dinamiche e statiche.

Il 10 giugno prenderà il via un workshop pratico sulla realizzazione di un reportage fotografico e video sul campo sotto la supervisione del docente su un tema assegnato. Il lavoro realizzato durante il workshop sarà da intendersi come una esercitazione pura, che non avrà influenzerà la premiazione finale. Il giorno successivo, domenica 11 giugno, sarà dedicato completamente all’editing e alla revisione dei lavori fatti il sabato.

La pausa estiva permetterà agli studenti di lavorare ulteriormente sui propri progetti.
Nel corso dei due trimestri, ogni studente avrà a disposizione sei lezioni individuali online con tre dei docenti (Faccilongo, Scolamacchia, Lesèvre) che li guideranno nell’elaborazione di un prodotto fotografico coerente e interessante.

Sabato 9 settembre si riprende: la mattina sarà dedicata all’analisi dei progetti dei corsisti mentre il pomeriggio si analizzerà il rapporto tra immagini e parole: Daniele Bellocchio, giornalista freelance, collaboratore di InsideOver, l’Espresso, Africa spiegherà come si svolge il lavoro sul campo del giornalista in collaborazione con il fotografo. La mattina del 10 settembre sarà dedicata nuovamente alla revisione del lavoro dei ragazzi mentre il pomeriggio si parlerà della narrazione del video reportage, con Marcello Brecciaroli, regista e giornalista della trasmissione di Rai3 Presa Diretta.

Il 7 ottobre con la photoeditor Daria Scolamacchia si analizzeranno le diverse finalizzazioni di un progetto per l’editoria, i festival, le gallerie, i musei, i libri e le fanzinesi. Il pomeriggio Faccilongo seguirà i ragazzi nella revisione dei progetti personali in vista della presentazione finale. Domenica 8 ottobre si passerà all’analisi del mercato fotografico, dalla pubblicazione alla diffusione, con focus su pubblicazioni, fondi e diffusione.

L’11 novembre saranno verificati gli elaborati e finalizzati i progetti, mentre il 12 ci saranno photoeditor e fotografi di fama internazionale che leggeranno il portfolio degli studenti. Nello stesso pomeriggio si chiuderà la Masterclass, con la comunicazione dei progetti selezionati per la pubblicazione, per il finanziamento, e per il reportage da realizzare con Faccilongo. Il sipario calerà il 25 e 26 novembre, con la mostre di fine corso e la presentazione della nuova edizione della Masterclass 2024. 

ISCRIVITI ALLA MASTERCLASS DI FOTOGIORNALISMO DELLA NEWSROOM ACADEMY

Dacci ancora un minuto del tuo tempo!

Se l’articolo che hai appena letto ti è piaciuto, domandati: se non l’avessi letto qui, avrei potuto leggerlo altrove? Se non ci fosse InsideOver, quante guerre dimenticate dai media rimarrebbero tali? Quante riflessioni sul mondo che ti circonda non potresti fare? Lavoriamo tutti i giorni per fornirti reportage e approfondimenti di qualità in maniera totalmente gratuita. Ma il tipo di giornalismo che facciamo è tutt’altro che “a buon mercato”. Se pensi che valga la pena di incoraggiarci e sostenerci, fallo ora.