Per allenare i propri piloti al combattimento aereo l’Air Force ha bisogno di ‘nemici’, e invece di smobilitare effettivi che potrebbero dover partire in missione da un momento all’altro, impiega come ‘contractor’ ex piloti militari arruolati da un appaltatore civile: l’Airborne Tactical Advantage Co., di proprietà di Textron, conglomerata attiva del campo della Difesa e dell’aerospazio che acquista jet da combattimento dismessi da altre nazioni. 

Come nelle celebri simulazioni di combattimento che abbiamo visto in ‘Top Gun‘, gli ex piloti da caccia arruolati dalla Atac svolgono il ruolo di nemici nelle simulazioni di combattimento aereo che vanno ad allenare i piloti della Marina e dei Marines. Così i buoni a bordo degli F / A-18 Hornet che piacciono così tanto al presidente Trump, si scontrano – per finta – con i ‘cattivi ragazzi’ a bordo di vecchi aerei da caccia francesi e inglesi, come i Mirage F-1, gli Mk-58 Hawker Hunter e gli Albatros L-39: tutti appositamente modificati per essere più performanti.

Il piano sembra simile al programma applicato dalle maggiori appaltatrici di contractors che arruolano prevalentemente ex Forze Speciali, recuperando personale inattivo e non facendo affaticare il personale attivo. La richiesta sempre maggiore di contractor con le ali da pilota sul petto ha spinto la Trexton ad acquistare per conto dell’Atac altri 63 caccia Mirage F-1 francesi – con pezzi di ricambio oltre 150 motori di riserva -, da aggiungere alla sua flotta di sei F-21 Kfir, diciassette Hawker-Hunters risalenti alla gloriosa Royal Air Force degli anni ’50 e quattro L-39 degli anni ’70.

L’Atac, che ha il proprio headquarter nei pressi dell’Aeroporto Internazionale di Newport News / Williamsburg, ha basi dislocate in California, Texas, e Nevada, e ha operato per oltre 42,000 ore di volo nei cieli dell’America continentale, sulle Hawaii, nel Pacifico e anche in Europa, in simulazioni Air-to-Air, Jtac e Air-to-ground. “Quando guardo al nostro piano triennale”, ha dichiarato l’amministratore delegato della società, J. Parker, “Vedo un’azienda che arriverà ad avere un attivo di 230 o 250 effettivi” – fiducioso che gli investimenti verranno ripagati dagli appalti di US Navy, Marines, e Usaf.  “Ogni ora che mettiamo su uno dei nostri ‘bad boys’ su uno dei nostri jet è un’ora di volo guadagnata da un combattente di prima linea al servizio del Dipartimento della Difesa” – “proprio uno di quelli che domani, o la prossima settimana, potrebbe trovarsi in missione, pronto al decollo sul ponte di una delle nostre portaerei”.  

Il modello di assunzione dell’Atac, che risale alla sua fondazione nel 1994, è quello di ‘arruolare’ i piloti che escono dalle forze armate. Nessun pilota da combattimento ‘attivo’ che possa servire alla Difesa data la carenza che rischia di arrivare a toccare i 700 seggiolini vuoti nel 2021. Per far si che un caccia degli anni ’80 come Mirage F1 possa essere un avversario abbastanza abile per entrare nel mirino di un caccia di ultima generazione come F-22 Raptor, la società intende potenziarlo per renderlo più performante: rispecchiando almeno le capacità di un velivolo di quarta generazione pronto ad essere agganciato e spazzato via da un Sidewinder.“L’F-1 è un grande aeroplano”, ha detto Parker. “È in gran parte aggiornabile. La sua aerodinamica è migliore di qualsiasi altra che abbiamo mai avuto qui, saranno ottime piattaforme di allenamento.”

Come alla United States Navy Fighter Weapons School

Alla scuola di combattimento per i piloti della US Navy, più nota come Top Gun, i piloti degli F-14 Tomcat e degli F/A 18 Hornet sono sempre stati addestrati a volare con velivoli che simulassero le prestazioni degli avversari ideali che sarebbero potuti tradursi caccia di quarda generazione come i Mig-29 e i Su-27 russi. Mai con i famigerati Mig-28 che erano invenzione di un film girato ai tempi della Guerra fredda e venivano interpretati da caccia F-5 Tiger II. Alle scuola di addestramento per il combattimento aereo di US Navy e Marines sono sempre stati impiegati per giocare ai ‘cattivi’ gli F-16 Fighting Falcon e gli A-4 Skyhawk. Aerei di generazione contemporanea o di poco precedente con specifiche e prestazioni adeguate allo scontro teorico con i jet in forza alla Marina. Il problema di una compagnia civile è principalmente quello di reperire aerei di generazioni più avanzati – inizio anni 90 – come i vecchi caccia da superiorità aera F-15, che però sono completamente scomparsi. Deve quindi accontentarsi di vecchi reattori migliorati in meccanica e avionica, così che i futuri Maverik e Iceman possano avere del filo da torcere prima di annunciare un ‘fox-two’ e lanciare il solo missili a guida infrarossa.

 

Dacci ancora un minuto del tuo tempo!

Se l’articolo che hai appena letto ti è piaciuto, domandati: se non l’avessi letto qui, avrei potuto leggerlo altrove? Se non ci fosse InsideOver, quante guerre dimenticate dai media rimarrebbero tali? Quante riflessioni sul mondo che ti circonda non potresti fare? Lavoriamo tutti i giorni per fornirti reportage e approfondimenti di qualità in maniera totalmente gratuita. Ma il tipo di giornalismo che facciamo è tutt’altro che “a buon mercato”. Se pensi che valga la pena di incoraggiarci e sostenerci, fallo ora.