La portaerei a propulsione nucleare USS Harry Trumane il suo gruppo da battaglia hanno lasciato la stazione navale di Norfolk, in Virginia, e sono in rotta per tornare in Medio Oriente: proprio come nella fase più acuta della crisi siriana che si registrò nel 2015. 

Accompagnata dal suo Strike Group, composto dall’incrociatore lanciamissili USS Normandy, dai cacciatorpediniere lanciamissili  USS Arleigh Burke, USS Bulkeley, USS Forrest Sherman e USS Farragut – tutti armati con missili da crociera Tomahawk – in un secondo momento verrà raggiunta dai cacciatorpedinieri USS Jason Dunham e USS The Sullivan. Secondo quanto ha riportano le fonti dell’US Navy, anche la anche la fregata della Marina tedesca FGS Hessen  sarà dispiegata con il gruppo. La Truman porta con se 6.500 marinai, suddivisi tra marinai e personale del gruppo aereo imbarcato Carrier Air Wing one. Con una forza aera imbarcata composta da 60 e più aeromobili potrebbe essere destinata ad operare, come in passato, dal vettore del Mediterraneo Orientale o da quello del Golfo Persico. Ma ci vorrà almeno un mese prima che si trovi in posizione ottimale per lanciare operazioni offensive.

Il gruppo aereo imbarcato è suddiviso in: quattro squadriglie di aerei d’attacco multiruolo F/A-18 C Hornet o F/A-18 E e F Super Hornet, una squadriglia per la guerra elettronica di Growler EA-18G, una squadriglia di bimotori turboelica ogni-tempo Hawkeye E-2C,  una squadriglia per il supporto logistico composta da Greyhound C-2A e due squadriglie composte da elicotteri da combattimento Sea Hawk MH-60S/R per  la guerra antinave/antisommergibile.

Classificata come CVN 75 (Aircraft Carrier Nuclear), come tutte le portaerei nucleari classe Nimitz è spinta da due reattori nucleari A4W, che le permettono di raggiungere una velocità di crociera di 30 nodi (55 km/h), ha una lunghezza di 332 metri e un dislocamento approssimativo di 97.000 tonnellate. La larghezza massima dello scafo è di 40 metri. Il ponte è lungo 76 metri ed è dotato del sistema per lancio e recupero di aeromobili imbarcati tipo CATOBAR (Catapult Assisted Take Off But Arrested Recovery). L’equipaggio di una portaerei classe Nimitz come la Truman conta tra i 3.000 e i 3.200 marinai, 1.500 componenti dell’Air Wing e altri 500 membri d’equipaggio tra specialisti, marines, e personale tecnico. I sistemi d’arma offensivi/difensivi delle portaerei nucleari classe Nimitz – che potrebbero essere impiegati per difendersi dalle minacce missilistiche russe – sono affidati a missili navali Sea Sparrow, Rolling Airframe Missile(RAM) e cannoni super-rapidi antiaerei Phalanx CIWS.

L’ultima volta in Medio Oriente

Lo schieramento più recente di Truman risale alla crisi siriana del 2015 all’interno dell’operazione congiunta  Inherent Resolve. e terminò nel luglio 2016. In otto mesi dal suo ponte di volo lanciò più di 2.000 missioni, superando il ‘record’ stabilito dalla USS Theodore Roosevelt, che anche questa volta va a sostituire in rotazione. Secondo fonti accreditate i cacciabombardieri della Truman fecero cadere sulla Siria più di 819 tonnellate di bombe

Dacci ancora un minuto del tuo tempo!

Se l’articolo che hai appena letto ti è piaciuto, domandati: se non l’avessi letto qui, avrei potuto leggerlo altrove? Se non ci fosse InsideOver, quante guerre dimenticate dai media rimarrebbero tali? Quante riflessioni sul mondo che ti circonda non potresti fare? Lavoriamo tutti i giorni per fornirti reportage e approfondimenti di qualità in maniera totalmente gratuita. Ma il tipo di giornalismo che facciamo è tutt’altro che “a buon mercato”. Se pensi che valga la pena di incoraggiarci e sostenerci, fallo ora.