Scafo a M e capacità “stealth”, la capacità di trasportare e recuperare una squadra di 12 Navy Seal su un gommone Rhib da 11 metri, e quella lanciare e recuperare droni subacquei di ultima generazione: l’M 80 Stiletto è la nuova unità navale high-tech in fibra di carbonio pronta ad entrare in servizio nell’US Navy.

Sponsorizzato dal Pentagon’s Rapid Reaction Technology Office presso il Naval Surface Warfare / Combatant Craft Division (NSWCCD) a Little Creek e prodotto MSHIPCO, il prototipo navale M80 Stiletto (dal nome di un pugnale italiano) – lungo 26 metri e largo 12 metri – è propulso da 4 motori diesel CAT C32 e può raggiungere di 50 nodi, dimostrando al Dipartimento della Difesa Usa di cosa potrebbe essere capace una piattaforma navale di nuova concezione come questa. La tecnologia dello scafo, denominata M-Hull, utilizza l’energia dell’onda di prua per creare un cuscino d’aria e permettere una planata più efficiente. Sviluppato per missioni che necessitino di prestazioni ad ‘alta velocità’ in acquee poco profonde di zone costiere o infiltrazioni in corsi d’acqua come fiumi e golfi, ha dimostrato di non avere eguali che possano paragonarsi in velocità, manovrabilità , capacità di carico utile e supporto a bordi di unità senza pilota: Uav o Uuv (Unmanned Underwater Vehicles). Consegnato all’US Navy per permettere test e dimostrazioni, lo Stiletto è la più grande nave mai costruita per il governo degli Stati Uniti in materiale composito avanzato – fibra di carbonio – per ridurre il peso e aumentare la rigidità, oltre che rendere lo scafo più performante.

Sebbene non fosse destinato a divenire operativo, venne schierato in Colombia per le operazioni condotte nella ‘guerra alla droga’ dagli Stati Uniti tramite lo USSOUTHCOM, portando al sequestro di oltre 800 chili di cocaina. Il successo delle sue prestazioni ha indotto il Pentagono ad un suo impiego operativo in missioni speciali condotte dagli incursori della Marina. Ribasatosi presso il Joint Expeditionary Base Little Creek, Virginia, con il suo profilo futuristico degno dei G.I. Joe, ha nuovamente attirato l’attenzione dei curiosi  facendo tornare a parlare di se mentre era diretto all’edizione annuale del Sea-Air-Space 2018. 

Lo scafo a M cinese

Anche se destinato a tutt’altra tipologia di operazioni, anche la Marina Militare cinese possiede il scafo a M per operazioni costiere. Come abbiamo già citato infatti, anche il SeaFly-01è basato su una scafo a doppia M. Primo Unmanned surface vehicles della Plan, dotato di capacità stealth, è destinato alla sorveglianza costiera e la caccia a unità sottomarine ‘intruse’.

 

Dacci ancora un minuto del tuo tempo!

Se l’articolo che hai appena letto ti è piaciuto, domandati: se non l’avessi letto qui, avrei potuto leggerlo altrove? Se non ci fosse InsideOver, quante guerre dimenticate dai media rimarrebbero tali? Quante riflessioni sul mondo che ti circonda non potresti fare? Lavoriamo tutti i giorni per fornirti reportage e approfondimenti di qualità in maniera totalmente gratuita. Ma il tipo di giornalismo che facciamo è tutt’altro che “a buon mercato”. Se pensi che valga la pena di incoraggiarci e sostenerci, fallo ora.